CIO' CHE LA STAMPA NON DICE

LA MERKEL, COME BERSANI:
ARRIVA PRIMA MA NON VINCE

 

Nonostante i cori trionfalistici che si levano dai giornali, le elezioni svoltesi in Germania ieri hanno un vincitore "senza successo": la Merkel infatti è arrivata prima ma, come Bersani in Italia, non ha vinto.
La cancelliera, infatti, non raggiunge la maggioranza dei seggi alla Camera in quanto, fagocitando i consensi degli alleati liberali, ha ignorato che i ragionamenti di coalizione devono accompagnare, in maniera costruttiva, quelli dei singoli partiti.
Questo quadro politico di fatto porta la Merkel a dover ricercare alleanze parlamentari con gli avversari elettorali e fa intravedere una Germania proiettata sul solco dei governi di larghe intese, governi di conservazione che non promettono nulla di buono.
Un ulteriore segnale su cui riflettere è dato dalla scomparsa dalla scena politica, dall'affondamento dei Piraten, che alcuni anni fa avevano aperto la strada ai Grillini alla presenza nelle istituzioni. Un segnale da non sottovalutare che prelude al prossimo tramonto dei cinque stelle italiani, dopo che questi avevano avuto l'occasione di cambiare lo scenario italiano.
Da questo punto di vista la linea riformatrice intrapresa dall'Italia dei Valori di Ignazio Messina all'ultimo congresso, si distingue dalla politica delle larghe intese e nello stesso tempo dalla sterile protesta.


Giommaria Uggias

 

Leggi tutto

È LA SPERANZA CHE CREA IL FUTURO

È LA SPERANZA CHE CREA IL FUTURO

Cagliari- 23 settembre 2013-
Ecco il testo originale del discorso che Papa Francesco, nella sua meravigliosa e pastorale visita in terra sarda, aveva preparato per l’incontro col mondo del lavoro e che ha consegnato all’arcivescovo Miglio «come se fosse stato letto».
«Cari fratelli e sorelle, vi saluto tutti cordialmente: lavoratori, imprenditori, autorità, famiglie presenti, in particolare l’Arcivescovo di Cagliari, Mons. Arrigo Miglio, e i tre di voi che hanno manifestato i vostri problemi, le vostre attese, le vostre speranze.

Leggi tutto

Sedici Minuti, Sei Bugie

Sedici Minuti, Sei Bugie

Roma 19 settembre 2013- (La Repubblica) Il video-messaggio di Berlusconi non è solo un concentrato di dolori personali e di rancori collettivi. Come sempre, i suoi sedici minuti di "discorso alla nazione" racchiudono anche una micidiale sequenza di falsità. Dalla ricostruzione delle sue vicende politiche alla "narrazione" delle sue vicissitudini giudiziarie, la menzogna domina la scena e scandisce il plot della fiction berlusconiana. La menzogna, ancora una volta, è "instrumentum regni" del Cavaliere, utile a sovvertire il senso e a generare il consenso.

Leggi tutto

Idv riprende a volare con un nuovo simbolo

Idv riprende a volare con un nuovo simbolo

SANSEPOLCRO  (AREZZO) -15 settembre 2013-  Dov'è finito il partito che due anni fa adocchiava una maggioranza di governo con il nascente Movimento 5 Stelle? Che di fatto obbligava Bersani a farsi fotografare con Di Pietro e Vendola a Vasto? Che radunava folle di cittadini ai propri gazebo per abolire il nucleare?

Leggi tutto

Destagionalizzazione e accessibilità turistica per contrastare la crisi del settore

Destagionalizzazione e accessibilità turistica per contrastare la crisi del settore

"Bene, ma la Commissione Europea faccia di più"

Si è svolta giovedì 5 settembre, a Bruxelles, una tavola rotonda organizzata dalla task force sul turismo insediata in seno alla Commissione Tran del Parlamento Europeo. L'incontro era incentrato sui temi della stagionalità e dell'accessibilità dell'offerta turistica, con l'obiettivo di individuare le linee d'azione destinate sia a garantire il mantenimento di flussi turistici soddisfacenti anche nei periodi di c.d. bassa stagione sia a garantire a tutti, anche ai cittadini meno abbienti o con difficoltà motorie, il diritto alle vacanze.

Leggi tutto

Carta d’identità elettronica, l’Olanda non la riconosce: due italiani in cella

Carta d’identità elettronica, l’Olanda non la riconosce: due italiani in cella

Per la Commissione UE il mancato riconoscimento della carta d'identità esibita da un cittadino di uno stato membro, da parte della polizia di un altro stato UE, è più grave di circolare senza documenti e giustifica, di fatto, l'arresto. È questo, in sintesi, il senso della pilatesca risposta del Commissario alla Giustizia Viviane Reding all'interrogazione parlamentare che ho presentato a seguito dell'incresciosa vicenda che ha coinvolto due giovani studenti sassaresi che lo scorso aprile sono finiti in cella in Olanda, uno a causa del mancato riconoscimento della carta d'identità elettronica e l'altro per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Leggi tutto

Altro...

I miei video Elezioni Europee 2014

gmv

Programma Europee 2014

programma europee2014

 

Newsletter

Le ultime novità direttamente nella tua casella di posta